Scegli, compara e risparmia!

Miglior Decoder Digitale Terrestre


  • Panoramica
  • Migliori Prezzi
  • Punteggi
  • Specifiche
  • Standard
  • Codec
  • Pro
  • Contro
  • Amazon
  • Recensione

Guida al Miglior Decoder Digitale Terrestre

Il decoder digitale terrestre è entrato nelle nostre case dal 2007 e ci ha abituato a guardare i nuovi canali digitali che hanno pian piano sostituito i vecchi e classici canali analogici. Questo strumento, dalle dimensioni contenute e ridotte rispetto ai vecchi videoregistratori, funziona trasformando il segnale che proviene dal digitale terrestre in modo che i nuovi canali siano visibili e fruibili sulla propria televisione. Per questo nelle case ora troviamo questo tipo di decoder esterno o nuovi apparecchi tv che lo hanno nel tempo incluso per avere un solo prodotto che potesse permettere la visione di molti più canali. La prima transazione da segnale analogico a segnale digitale si è da poco conclusa e ne è iniziata un’altra, una fase due di questo cambiamento tecnologico, che si concluderà probabilmente entro il 2022. Ma cosa dovremo fare per poter continuare a guardare i nostri canali preferiti? Le soluzioni percorribili sono fondamentalmente due, acquistare un nuovo televisore che rispetti le caratteristiche tecniche della fase due della digitalizzazione oppure cambiare il proprio decoder per sostituirlo con un modello nuovo che permetta di superare questa transizione senza perdere nessuno dei propri programmi preferiti. In questo caso la scelta è fondamentalmente di prezzo, un nuovo decoder ha un costo contenuto mentre una nuova televisione potrebbe avere prezzi anche medio alti, questo il principale motivo per cui scegliere il decoder digitale migliore vi permetterà di rimanere al passo con la tecnologia con un investimento minimo.
0
Fattori da considerare

I decoder digitali hanno alcune caratteristiche e funzioni di base da valutare per capire quale sia il migliore per voi, come la tipologia di decoder, le funzioni incluse, la connettività e ovviamente il rapporto qualità-prezzo, vediamoli in dettaglio.

Tipologia di Decoder

decoder standard per digitale terrestre con telecomando per la registrazione

Il decoder digitale terrestre è uno strumento che decodifica il segnale digitale che proviene da terra rendendolo leggibile per la nostra televisione, così come il decoder satellitare fa per i segnali provenienti da alcuni satelliti, si può considerare un traduttore, uno strumento che permette al segnale digitale di essere tradotto in un linguaggio che la nostra televisione conosce. Ci sono fondamentalmente quattro tipologie diverse di decoder disponibili, e sono:

    • decoder zapper: il modello base, quello da cui partire e da scegliere se non si hanno particolari esigenze e si vuole spendere poco, permette di vedere i soli canali in chiaro con una risoluzione standard, include le sole funzioni base come la guida ai canali e il loro ordinamento automatico;
    • pay tv o decoder interattivo: il modello che più si è diffuso con l’avvento dei canali a pagamento, a differenza del precedente infatti ha una fessura sulla parte frontale dove inserire la smart card del servizio che utilizziamo;
    • decoder interattivo a alta definizione (HD): la versione avanzata rispetto al classico zapper, permette di vedere canali in chiaro e canali a pagamento, entrambi a una definizione maggiore rispetto alla standard, e sono la soluzione migliore se il decoder viene collegato a uno schermo tv HD (alta definizione), ovviamente prevedono un costo decisamente superiore rispetto al modello base;
    • decoder interattivo 4K: il top di gamma dell’attuale offerta di decoder, come il modello in hd permette la visione di tutti i canali, in chiaro e a pagamento, ma a differenza del precedente lo fa con una risoluzione 4K. Questo tipo di tecnologia rappresenta ormai lo standard anche per gli schermi televisivi, avere un decoder dello stello livello garantisce una qualità di visione perfetta, con chiarezza di dettagli mai vista fino ad ora anche con tecnologie hd.

A prescindere dalla tipologia di decoder, tutti i modelli attualmente in commercio devono essere in grado di supportare il nuovo standard delle telecomunicazioni che si identifica con la sigla DVB-T2, questo come dicevamo ha sostituito il precedente DVB-T1 con lo scopo principale di migliorare il segnale televisivo perché abbia una definizione migliore e un’efficienza maggiore nella trasmissione alla nostra televisione. La stessa evoluzione tecnologica è stata inoltre fatta per il digitale satellitare, alcuni decoder includono la possibilità di ricevere entrambi i segnali e anche in questo caso è necessario verificare che lo standard della funzione satellitare sia di seconda generazione e quindi adatto a sostituire le versioni precedenti che diventeranno non più funzionanti nel giro di due o tre anni.

Funzioni

Non è solo la tipologia di decoder a influenzare il prezzo, anzi elementi sicuramente impattanti sul costo finale sono le diverse funzionalità che possono interessarci e che permettono attività aggiuntive rispetto alla semplice visione dei canali digitali. In particolare:

    • registrazione: è possibile utilizzare i decoder come i vecchi registratori su videocassetta ma ovviamente in modalità digitale. I modelli con digital video recording, identificati con la sigla DVR, permettono infatti di registrare la programmazione televisiva per non perdere i vostri programmi e eventi preferiti e per poterveli guardare quando vorrete anche se non potete farlo nel momento in cui vengono programmati sui canali, pensate ad esempio alle partite della vostra squadra preferita giocate di notte perché in un altro continente oppure a quando vorreste guardare il finale della serie tv che vi sta tanto appassionando e avete un impegno improrogabile, la registrazione è sicuramente una funzionalità comoda e di cui non vorrete più fare a meno. Un tempo si registrava sulle videocassette o vhs, ora la registrazione ha seguito le evoluzioni della tecnologia e può essere fatta con strumenti più piccoli e comodi anche da trasportare. In alcuni modelli di decoder è possibile utilizzare una memoria interna, come un hard disk del computer, e non avere la necessità di nessun altro strumento per vedere o rivedere quando vorrete i vostri programmi, film e le partite della squadra del cuore. In altri casi è possibile collegare al decoder dei supporti su cui registrare, possono essere delle classiche chiavette usb, degli hard disk esterni o delle schede di memoria simili a quelle delle macchine fotografiche digitali, tutti sistemi che oltre a non richiedere strumenti di grandi dimensioni permettono anche di portare con facilità con sé gli archivi e guardare le registrazioni anche quando siete fuori casa e non avete con voi il vostro decoder. Quando registriamo nella maggior parte dei decoder non è possibile fare altro, ci sono però alcuni modelli che permettono in contemporanea di vedere un canale diverso, per fare felice tutta la famiglia e non perdersi nessuna trasmissione che vi interessa;
    • connessione a internet: la possibilità di collegare il vostro decoder a internet è un elemento molto interessante quando si valuta l’acquisto del miglior decoder digitale terrestre, perché permette di sfruttare tutti gli aggiornamenti del sistema operativo e avere un prodotto con una durata di vita decisamente superiore, che difficilmente diventerà obsoleto. Grazie a questa connessione sarà anche possibile sfruttare altri servizi come i canali interattivi e accedere a video on demand;
    • epg ovvero la guida elettronica ai programmi televisivi, una funzione presente anche nei modelli base e utile per sapere quando sarà visibile il programma che vi interessa, scoprire durata e trama di film e serie tv e fondamentale per poter programmare la vostra registrazione con facilità;
    • lcn ovvero la numerazione in locale dei canali: anche questa funzione è presente in tutti i modelli e permette una registrazione automatica dei canali disponibili che occuperanno uno spazio specifico sul vostro televisore per non dover sintonizzare ogni singolo canale ma lasciare che il decoder in pochi minuti lo faccia per voi;
    • parental control ovvero il controllo dell’accesso ai programmi, permette di impostare quali tipi di canali possono essere visti ad esempio per i più piccoli, impostare le fasce orarie in cui sarà possibile utilizzare il decoder, scegliere la tipologia di contenuti che ci interessa vedere e quelli a cui non vogliamo poter accedere, perché i bambini abbiamo facile accesso ai canali a loro dedicati ma non rischino di vedere gialli o contenuti studiati per un pubblico adulto.

Connettività

famiglia sul divano davanti la tv

Se guardiamo il retro del nostro decoder vedremo una serie di possibili connessioni che permettono diverse funzionalità, ad esempio:

    • hdmi: è una tipologia di connessione che identifica ormai lo standard per trasmettere dati audio e video dal decoder allo schermo. L’elevata qualità audio video ha reso questa interfaccia la scelta migliore per sostituire la vecchia connessione analogica e ormai è l’unica presente sui moderni schermi televisivi e su molti personal computer. L’hdmi permette di raggiungere standard elevati di qualità del segnale audio video con una risoluzione che può raggiungere anche i 4K;
    • scart: l’antenato dell’hdmi, ormai quasi scomparsa se non nei modelli di tv di vecchia generazione o nei computer di qualche anno fa, pur essendo stata sostituita a livello tecnologico è ancora molto diffusa e per questo potrebbe essere utile averla a disposizione;
    • usb: in molti modelli è possibile utilizzare questa connessione per collegare dischi rigidi esterni, chiavette usb e in generale strumenti di memoria su cui registrare i nostri programmi preferiti;
    • ethernet: la connessione che permette il collegamento internet, il decoder tramite questo accesso viene collegato al modem e ci permette sia di accedere a maggiori funzionalità sia di poter aggiornare il nostro strumento per stare al passo con gli sviluppi tecnologici;
    • S/P-DIF che è l’abbreviazione di Sony/Philips Digital Interface Format indica la connettività audio, se vogliamo collegare il decoder e la tv al nostro impianto stereo è questa la funzionalità che dovremmo assicurarci di avere;
    • smart card: la funzionalità necessaria per poter vedere i programmi a pagamento del servizio a cui siamo abbonati, è importante verificare la compatibilità perché ogni smart card potrebbe avere una dimensione diversa e quindi necessitare di uno slot di caratteristiche specifiche.

Marche e Prezzi

I prezzi variano molto in base alla tipologia del decoder digitale che si sceglie e alle funzioni che include, i modelli di fascia bassa hanno un costo molto contenuto anche di una ventina di euro, per poi passare a modelli intermedi con un prezzo che varia tra i 40 e gli 80 euro, fino ad arrivare ai top di gamma che possono superare anche i 200 euro. In generale tutti i modelli includono la possibilità di sincronizzare automaticamente i canali e una guida alla programmazione, oltre alla connessione hdmi. I modelli di fascia più bassa hanno spesso solo questa connessione e non è invece prevista quella scart, possono avere una resa minore perché hanno una risoluzione più bassa e non disporre di connettività internet. Le marche sono tante e non sono l’unica indicazione da considerare in questa scelta, in commercio sono infatti presenti molti modelli anche di brand meno conosciuti ma non per questo meno validi, a prescindere dal nome è infatti necessario verificare caratteristiche e funzionalità che abbiamo visto fino ad ora. Se si cerca un modello molto economico e compatto, una soluzione può sicuramente essere il mini decoder che si collega direttamente alla presa scart, è necessario di averla sul proprio televisore, e che offre connessioni usb e hdmi. Per chi cerca un buon rapporto tra qualità e prezzo un’opzione è sicuramente rappresentata dalle proposte di Zgemma che offre modelli di decoder combinati per il digitale terrestre e il digitale satellitare, tutti i due di seconda generazione, con possibilità di connessione a internet sia tramite cavo sia in modalità wireless, lettore microSD e porta USB per essere collegato a diverse possibilità di memorizzazione. Per chi cerca un modello versatile e avanzato, completo di molte funzioni, le proposte di Dreambox sono la soluzione ideale, riceve sia il segnale ditale terrestre sia quello satellitare, ha lo slot per la smart card e è aggiornato alle ultimissime versioni di standard con una risoluzione ottima in 4K. Scegliere il miglior decoder digitale terrestre sarà più semplice ora che avete tutte le informazioni per valutare le caratteristiche dei diversi modelli e le funzionalità che più vi interessano, il prezzo sarà una conseguenza di quanto cercate. I modelli di fascia bassa vi permetteranno una visione normale dei canali del digitale terrestre ma non vi permetteranno probabilmente di connetterlo a internet o di avere una risoluzione di qualità avanzata. Nelle tre diverse fasce di prezzo troverete molti modelli che includono solo alcune funzioni di vostro interesse o solo alcune modalità di connessione che corrispondono a quelle da voi cercate, per un perfetto acquisto in grado di farvi godere al meglio i vostri programmi, film, spettacoli preferiti che siano in chiaro o che siano offerti da servizi di abbonamento. Non vi resta che scegliere il modello perfetto per voi, accomodarvi sul divano e godervi la visione.
Saremo felici di sapere cosa ne pensi

      Lascia un commento

      Tuttomigliore.it
      Logo
      Enable registration in settings - general
      Confronta prodotti
      • Total (0)
      Confronta
      0