Scegli, compara e risparmia!

Le Migliori Presse da Stiro del 2021


  • Panoramica
  • Migliori Prezzi
  • Punteggi
  • Specifiche
  • Area di pressione
  • Peso
  • Dimensioni totali
  • Wattaggio
  • Capacità serbatoio
  • Programmi impostabili
  • Spegnimento automatico
  • Blocco di sicurezza delle assi
  • Pro
  • Contro
  • Amazon
  • Recensione

Ecco le due migliori scelte in assoluto

L'80% dei visitatori approfitta di queste occasioni

Guida alla Migliore Pressa da Stiro

Acquistare una delle migliori presse da stiro vuol dire cambiare radicalmente il proprio modo di vedere la stiratura degli indumenti e della biancheria. Una vera rivoluzione, che permette di risparmiare moltissimo tempo e tanta fatica, grazie alla superficie di stiro significativamente più ampia rispetto a quella di un comune ferro da stiro.

Se fino a pochi anni fa si trattava di un dispositivo di tipo professionale e industriale, ad appannaggio esclusivo di lavanderie oppure hotel, oggi è possibile acquistare presse da stiro di ottima qualità anche per uso domestico, senza andare a spendere necessariamente cifre esorbitanti.

A differenza di quello che alcuni potrebbero credere, una pressa da stiro, seppur nata con lo scopo di rendere più semplice la stiratura di capi molto ampi (lenzuola, tovaglie e coperte), si rivela uno strumento molto utile anche per stirare i vestiti che utilizziamo tutti i giorni; inoltre, utilizzando una pressa da stiro, si avrà la possibilità di stirare stando comodamente seduti. Ma come essere sicuri di acquistare un modello di buona qualità e adatto alle proprie necessità? Indubbiamente si tratta di una tipologia di prodotto ancora poco diffuso nelle nostre case, quindi scegliere può sembrare difficile: vediamo allora quali fattori valutare con più attenzione per sapere quale pressa da stiro scegliere.

Miglior prezzo
Aggiungi a Confronta
Vedi altri dettagli +
249,00
Vedi prodotto
da:Amazon.it
L'ultimo aggiornamento di prezzo è stato: 28/07/2021 17:27
Praticità d’uso
9
Potenza
7.5
Dimensioni
9
Funzionalità
8
Accessori extra
8.5
PRO:
  • Pratica e maneggevole
  • La Singer è un marchio storico, leader nel settore
  • È possibile scegliere il modello da 1350 W o quello da 1500 W
  • Spegnimento automatico con segnale acustico, per una maggiore sicurezza
  • Il serbatoio può essere riempito durante l’utilizzo, per un’erogazione no-stop del vapore
  • 5 programmi selezionabili, a seconda della tipologia di capo
  • Rivestimento in plastica pressofusa
  • Diversi accessori inclusi (nebulizzatore, telo da stiro, cartuccia anti-calcare, beccuccio)
  • Comandi semplici e intuitivi
  • Ottimo rapporto qualità/prezzo
CONTRO:
  • Serbatoio d’acqua non molto capiente
  • Modello non particolarmente potente
  • Piedistallo non incluso nella confezione

1. Dimensioni

Una delle prime domande che si pone una persona interessata all’acquisto di una pressa da stiro è sicuramente quella relativa alle misure del prodotto.

I modelli recenti più pratici, pensati per uso domestico o semi-professionale, sono caratterizzati da dimensioni piuttosto contenute, che rendono possibile utilizzare la pressa da stiro praticamente ovunque, anche se non si hanno a disposizione spazi molto ampi.

La conformazione di base è pressoché la stessa per tutte le tipologie di modello attualmente in vendita: una pressa da stiro è costituita da due assi (molto simili nella forma a quelle utilizzate con il ferro da stiro, ma di dimensioni inferiori) che si chiudono l’una sull’altra esercitando una forte pressione sul capo da stirare, che viene posto nel mezzo; è presente anche un’impugnatura per accompagnarne i movimenti ed eventuali comandi per selezionare i programmi e gestire le opzioni disponibili. Generalmente una delle assi non è riscaldata, fungendo quindi da base d’appoggio, mentre l’altra diventa rovente ed emette il getto di vapore.

Ma quali sono, orientativamente, le dimensioni di una buona pressa da stiro? Avrò sufficiente spazio per utilizzarla e riporla con comodità in casa? Naturalmente si tratta di prodotti significativamente più grandi rispetto ad un comune ferro da stiro con caldaia (la superficie è fino a 20 volte maggiore), ma è comunque possibile scegliere tra modelli caratterizzati da un’area di pressione più o meno ampia, a seconda delle esigenze personali e dello spazio a disposizione. Le assi delle presse da stiro più piccole e maneggevoli sono lunghe, in genere, tra i 50 e gli 80 cm, per una larghezza di circa 20 – 30 cm; si tratta di dispositivi perfetti per l’utilizzo domestico o per le piccole attività, come sartorie, piccoli ristoranti o b&b, dal momento che sono molto comode per stirare gli indumenti o la normale biancheria di casa, non ingombrano e possono essere trasportate con grande facilità.

Nel caso si necessiti di una pressa da stiro professionale più potente, adatta per un utilizzo intensivo e per stirare capi particolarmente ingombranti, come tende e tovaglie, è possibile optare per modelli dotati di un’area di stiro molto più ampia, che può tranquillamente superare il metro di lunghezza per 60 – 80 centimetri di larghezza; si tratta di prodotti assimilabili, per certi versi, alle presse da stiro industriali, dispositivi perfetti per i ristoranti più grandi, gli alberghi e per le grandi attività, o più in generale per chiunque abbia necessità di un prodotto che offra ottime prestazioni e la possibilità di stirare molto velocemente capi molto ampi e in grande quantità

È possibile scegliere tra presse da stiro da tavolo e modelli più accessoriati dotati di una pratica base di appoggio: in genere i dispositivi più essenziali e compatti nelle dimensioni sono sprovvisti di un piedistallo, mentre le presse da stiro professionali, solitamente più costose, sono nella maggior parte dei casi dotate di una solida base di appoggio, che può essere facilmente rimossa in caso di necessità. Le presse da stiro dotate di appoggio garantiscono il massimo della versatilità, dal momento che possono essere utilizzate anche quando non si disponga di un piano di lavoro sul quale appoggiarsi; in genere la base può essere regolata con facilità, tuttavia prima dell’acquisto è opportuno verificare che presenti un’altezza che ci permetta di stare comodi durante la stiratura.

Un altro fattore da valutare con attenzione è sicuramente il peso della pressa da stiro, soprattutto nel caso ci sia la necessità di spostare il dispositivo da un posto all’altro di frequente: è possibile scegliere tra modelli incredibilmente maneggevoli, che non superano i 2-3 kg di peso, come anche presse da stiro professionali molto più solide e accessoriate, che possono superare anche i 15 kg; indubbiamente la seconda opzione è da preferire solo nel caso in cui necessitiamo di un modello particolarmente performante.

2. Potenza

Come nel caso di qualsiasi altro elettrodomestico, uno dei primi fattori da considerare per assicurarsi un prodotto adatto alle proprie esigenze personali è indubbiamente la potenza massima che può garantirci la pressa da stiro: è indispensabile, quindi, controllare quale sia il wattaggio del dispositivo che ci interessa.

La forbice è piuttosto ampia, dal momento che andiamo dai modelli meno potenti da 1300 – 1500 Watt fino a presse da stiro caratterizzate da una potenza maggiore, che può arrivare fino ai 2900 Watt (si tratta in ogni caso di modelli che possono essere utilizzati tranquillamente con la normale presa di corrente di casa da 240 Volt).

Nel caso in cui la pressa da stiro verrà impiegata prevalentemente per uso domestico (quindi semplicemente per stirare gli indumenti e la biancheria di casa) potremo sicuramente accontentarci di un modello caratterizzato da un wattaggio compreso tra i 1300 W e i 2000 W, dispositivo che ci garantirà comunque degli ottimi risultati e il massimo in fatto di praticità; si tratta inoltre di presse significativamente più economiche rispetto ai modelli top di gamma più potenti, caratterizzati da costi importanti.

Se invece le nostre esigenze sono di tipo professionale, o comunque abbiamo bisogno di un prodotto molto performante adatto per un utilizzo intensivo e prolungato, sarebbe opportuno optare per modelli più potenti, dai 2200 – 2300 Watt in su: le presse da stiro professionali caratterizzate da un wattaggio più elevato permettono di raggiungere temperature significativamente maggiori e garantiscono un getto di vapore più intenso; l’ideale per chi debba stirare un gran numero di capi ogni giorno. In genere si tratta di modelli dotati di una superficie di stiro molto più ampia, perfetta quindi per capi come tovaglie da ristorante, tende, lenzuola e così via.

Per assicurarsi un prodotto pratico e comodo da utilizzare, è importante anche considerare quali siano i tempi necessari per il riscaldamento della pressa da stiro: in genere i modelli che impiegano meno minuti a raggiungere la temperatura selezionata sono quelli più potenti. Ad ogni modo i tempi di attesa non sono particolarmente lunghi con nessun modello e superano difficilmente i 5 – 10 minuti; potrebbero essere più elevati nel caso sia presente un serbatoio particolarmente capiente, che rende necessario il riscaldamento di una quantità di acqua maggiore. Insomma, si tratta di tempistiche che non si distaccano molto da quelle di un normale ferro da stiro con caldaia.

Alternativa
Aggiungi a Confronta
Vedi altri dettagli +
458,99
Vedi prodotto
da:Amazon.it
L'ultimo aggiornamento di prezzo è stato: 29/07/2021 02:27
Praticità d’uso
8.5
Potenza
9.5
Dimensioni
9
Funzionalità
9
Accessori extra
9.5
PRO:
  • Dimensioni medie, sufficienti per un utilizzo versatile con tutte le tipologie di capo
  • Molto potente rispetto ad altri modelli destinati all’uso domestico
  • È possibile acquistare il modello dotato di piedistallo (costo leggermente superiore)
  • Assi rivestite in teflon, materiale antiaderente
  • Molte opzioni e programmi disponibili
  • Display digitale
  • Blocco di sicurezza con allarme acustico, dopo 10 secondi di inutilizzo
  • Rivestimento termoriflettente
  • Getto di vapore impostabile come automatico e manuale
  • Accessori inclusi
CONTRO:
  • Piuttosto pesante
  • Serbatoio per l’acqua non particolarmente capiente

3. Vapore

fotografia di panni stirati

Le migliori presse da stiro possono essere utilizzate sia a secco, utilizzando quindi solo il calore generato dall’asse (in genere quello superiore), sia attivando la funzione vapore, modalità sicuramente da preferire per garantirsi un risultato migliore, soprattutto nel caso di capi molto ostici da stirare oppure stropicciati.

La tipologia del getto di vapore è un aspetto da valutare prima dell’acquisto, soprattutto nel caso di utilizzo professionale. Uno dei parametri da considerare è sicuramente quello della quantità di vapore emesso, solitamente espresso in grammi al minuto; in media, una pressa da stiro di fascia alta è in grado di generare fino a 120 grammi al minuto, mentre i modelli più economici si attestano intorno ai 40 – 50 grammi al minuto. Nel caso di normale utilizzo domestico con 70 – 80 grammi di vapore emessi al minuto andremo sul sicuro, garantendoci ottimi risultati.

La maggior parte dei modelli è caratterizzata da un’emissione di vapore continua; tuttavia, all’occorrenza, è possibile attivare manualmente un boost di vapore, ovvero un getto molto più potente, da riservare solo alle pieghe più difficili da eliminare. È una funzione di cui ormai dispone la maggior parte dei modelli più recenti, che può rivelarsi molto utile nel caso non si riescano ad ottenere i risultati sperati alla prima passata.

Un’altra caratteristica molto importante da valutare è sicuramente la capienza e la tipologia del serbatoio per l’acqua montato dalla pressa da stiro; un contenitore poco capiente ci obbligherà a rimboccare molto di frequente l’acqua per il vapore, mentre uno più grande ci permetterà di stirare più a lungo senza problemi.

Le presse da stiro più piccole ed economiche sono munite, in genere, di serbatoi che non superano i 300 – 400 ml, mentre i modelli più costosi e performanti (solitamente parliamo di presse da stiro destinate ad un utilizzo professionale) possono essere dotati di contenitori che arrivano fino ad un litro di capacità. È importante, inoltre, assicurarsi che le operazioni per rabboccare l’acqua non siamo particolarmente scomode e che possano essere eseguite facilmente mentre si stira, senza andare a perdere troppo tempo! Molti modelli sono dotati di serbatoio estraibile, caratteristica che rende le operazioni ancora più semplici e rapide.

Qualità-prezzo
Aggiungi a Confronta
Vedi altri dettagli +
225,00
Vedi prodotto
da:Amazon.it
L'ultimo aggiornamento di prezzo è stato: 28/07/2021 21:22
Praticità d’uso
9.5
Potenza
8
Dimensioni
9
Funzionalità
8.5
Accessori extra
8
PRO:
  • Modello molto maneggevole, può essere trasportato con facilità
  • Peso incredibilmente contenuto (solo 1 kg)
  • Riscaldamento molto rapido (solo 96 secondi)
  • Serbatoio ampio e removibile facilmente
  • Può essere usata con il vapore oppure a secco
  • 5 programmi selezionabili
  • È possibile attivare manualmente un getto di vapore più intenso
  • Superficie di stiro antiaderente
  • Design moderno
  • Buon rapporto qualità/prezzo
CONTRO:
  • Superficie non molto ampia, potrebbe non essere l’ideale per lenzuola o tovaglie molto grandi
  • Non molto potente rispetto a molti modelli concorrenti

4. Funzionalità e programmi

Prima di procedere con l’acquisto è importante verificare quali siano le caratteristiche extra e i programmi che la pressa da stiro è in grado di garantirci. È possibile scegliere sia prodotti più semplici ed essenziali sia modelli più accessoriati e multifunzionali, a seconda del budget e delle necessità personali. Vediamo insieme quali elementi considerare con maggiore attenzione:

PROGRAMMI: le migliori presse da stiro permettono di scegliere tra diversi programmi di stiro, che andremo a selezionare considerando la tipologia di tessuto con cui è fabbricato il nostro capo. Si tratta di una funzione fondamentale per proteggere al meglio i propri vestiti e la propria biancheria, dal momento che sarà la pressa a regolare automaticamente la temperatura e il vapore a seconda del programma selezionato. In genere sono disponibili 5 – 6 programmi diversi, ognuno dedicato ad un tessuto tra quelli più diffusi (sintetico, lana, seta, cotono, jeans e così via).

BLOCCO DEL VAPORE: come abbiamo già visto, la maggior parte delle presse da stiro permette di stirare sia a secco che utilizzando ma modalità “vapore”; questo vuol dire che sarà possibile disattivare l’erogazione del getto di vapore in qualunque momento lo si desideri, andando ad utilizzare esclusivamente il calore generato dall’asse superiore.

SPIE LUMINOSE: potrebbe apparire come una banalità, ma la presenza di segnali luminosi renderà l’utilizzo della nostra pressa da stiro ancora più semplice e intuitivo; i migliori modelli sono dotati di spie che segnalano l’accensione del dispositivo, il raggiungimento della temperatura desiderata come anche la necessità di rabboccare l’acqua nel serbatoio prima che termini.

SISTEMA DI SICUREZZA: la pressa da stiro è un elettrodomestico che può raggiungere temperature molto elevate, quindi è molto importante che siano presenti dei sistemi di sicurezza pensati per scongiurare spiacevoli incidenti. Per evitare che i capi possano rovinarsi o addirittura bruciarsi, alcune presse da stiro si spengono automaticamente dopo alcuni secondi di inutilizzo (quando la pressa è chiusa, naturalmente) e nello stesso momento viene emesso un segnale acustico che segnala lo spegnimento. Una volta sollevata l’asse superiore, la pressa si riaccenderà e continuerà a funzionare normalmente.

– ASSI DA STIRO IN MATERIALE TERMORIFLETTENTE: le assi dalle migliori presse da stiro possono essere fabbricate a partire da speciali materiali che sono in grado di ottimizzare e conservare il calore emesso; si tratta di un elemento che andrà ad incidere in maniera positiva sui consumi, dal momento che ci sarà una dispersione minima di calore. In alternativa viene utilizzato del semplice alluminio, un materiale indubbiamente più economico.

Il Migliore
Aggiungi a Confronta
Vedi altri dettagli +
Vedi prodotto
da:Amazon.it
L'ultimo aggiornamento di prezzo è stato: 29/07/2021 03:23
Praticità d’uso
9
Potenza
10
Dimensioni
9
Funzionalità
9.5
Accessori extra
10
PRO:
  • Modello semi- professionale, molto potente (2300 W)
  • Superficie di stiro molto ampia
  • Boost di vapore molto potenza, da 120 grammi al minuto
  • Base inclusa
  • Display digitale, comandi molto intuitivi
  • Arriva a temperatura in soli 2,5 minuti
  • Copriasse lavabile e impermeabile
  • Serbatoio da 800 ml
  • Mini ferro da stiro incluso
  • Range di temperature selezionabile ampio (60°C - 220°C)
CONTRO:
  • Piuttosto costosa rispetto alla media
  • Dimensioni non contenute, potrebbe non essere adatto per chi cerca un prodotto maneggevole
  • Abbastanza pesante

5. Accessori extra

Le presse da stiro più accessoriate e complete sono vendute insieme a diversi oggetti, molto utili per un utilizzo quanto più pratico e versatile del prodotto; vediamo allora quali sono gli accessori più diffusi, quelli che proprio non possono mancare.

– CARTUCCIA ANTI-CALCARE: il calcare è il nemico giurato di qualunque elettrodomestico che utilizzi dell’acqua e le presse da stiro non fanno di certo eccezione. Uno degli accessori extra più apprezzati e utili è sicuramente una cartuccia di ricambio del filtro anti-calcare, componente di cui dispongono, ormai, tutti i modelli più recenti. Cambiare con regolarità il filtro per il calcare ci permetterà di fare una manutenzione ideale della nostra pressa da stiro, evitando che le incrostazioni possano compromettere il corretto funzionamento del prodotto. Con alcuni modelli è possibile stirare utilizzando la comune acqua del rubinetto, dal momento che i filtri presenti prevengono il deposito di calcare, ma ad ogni modo è indispensabile fare sempre riferimento alle indicazioni fornite dal produttore, che possono variare da modello a modello. 

– BASE DI APPOGGIO: come abbiamo già visto, è possibile scegliere tra moltissimi modelli dotati di un comodo piedistallo di appoggio, molto utile nel caso non si disponga di un piano di lavoro adeguato. Una base regolabile, inoltre, permette di impostare con facilità l’altezza della pressa da stiro: in questo modo ci garantiremo il massimo della comodità in ogni situazione. Molti piedistalli sono dotati anche di comodi ripiani, che si trovano a lato oppure sotto la pressa, che permettono di riporre accessori utili per lo stiro.

NEBULIZZATORE: è un accessorio molto utile per facilitare la rimozione delle pieghe più ostiche, dal momento che inumidire un’area molto stropicciata, com’è noto, rende molto più semplici le operazioni di stiratura.

– GUANTI TERMICI: forse non sono in molti a pensarci, ma utilizzare dei guanti termici, con una pressa da stiro ma anche con un normale ferro, oppure quando si usa un ferro da stiro verticale, ci permetterà di proteggere le nostre mani da eventuali scottature, molto frequenti quando si utilizzano questi elettrodomestici, soprattutto se non si è molto pratici.

– MINI FERRO DA STIRO: alcune presse da stiro top di gamma, in genere le più costose, sono dotate di un comodissimo ferro da stiro di piccole dimensioni, solitamente posizionato su di un ripiano al lato della pressa. Questo piccolo dispositivo ci permetterà lavorare con maggiore precisione sui nostri capi, in particolare su maniche, colletti o tasche, come anche di evitare di danneggiare inavvertitamente delle zone delicate, che magari hanno degli strass, stampe o pizzo.  

– COPRIASSE: come nel caso delle normali assi da stiro, le presse da stiro vengono vendute insieme ad uno o più copriasse; si tratta di teli (fabbricati con materiali diversi) che vengono utilizzati per ricoprire e proteggere la superficie in metallo della pressa e per rendere più fluida la stiratura. 

– CUSCINO DA STIRO: si tratta di un piccolo cuscino in spugna morbida, ricoperto di tessuto, utile per stirare in maniera comoda le aree più difficili, come angoli, spalline o tasche.

Quali sono Le Migliori Presse da Stiro del 2021?

La tabella delle Migliori Presse da Stiro selezionate da Tuttomigliore.it

Aiutaci a migliorare, cosa ne pensi?

Lascia un commento

Tuttomigliore
Logo
Enable registration in settings - general
Confronta prodotti
  • Total (0)
Confronta
0