Scegli, compara e risparmia!

I Migliori Compressori Portatili del 2021


  • Panoramica
  • Migliori Prezzi
  • Punteggi
  • Specifiche
  • Dimensioni
  • Peso
  • Pressione massima
  • Serbatoio
  • Manometro
  • Flusso d’aria
  • Voltaggio
  • Accessori
  • Pro
  • Contro
  • Amazon
  • Recensione

Ecco le due migliori scelte in assoluto

L'80% dei visitatori approfitta di queste occasioni

Guida al Miglior Compressore Portatile

generico compressore portatile

I compressori portatili si sono ormai affermati come alternativa pratica e maneggevole ai compressori tradizionali, dispositivi pesanti e rumorosi, più adatti ad un’officina meccanica che ad una casa.

Con l’acquisto di uno dei migliori compressori portatili attualmente in vendita, ci si assicura un dispositivo comodo e versatile, che può rivelarsi un valido alleato in moltissime circostanze diverse, non solo per gonfiare gli pneumatici della propria auto. Le modalità di impiego, infatti, sono tante, tra le più varie: dal gonfiaggio di camere d’aria (palloni, materassi, gonfiabili da mare, bici da corsa), all’utilizzo nell’hobbistica e nelle pulizie di casa.

generico compressore portatile

I compressori portatili si sono ormai affermati come alternativa pratica e maneggevole ai compressori tradizionali, dispositivi pesanti e rumorosi, più adatti ad un’officina meccanica che ad una casa.

Con l’acquisto di uno dei migliori compressori portatili attualmente in vendita, ci si assicura un dispositivo comodo e versatile, che può rivelarsi un valido alleato in moltissime circostanze diverse, non solo per gonfiare gli pneumatici della propria auto. Le modalità di impiego, infatti, sono tante, tra le più varie: dal gonfiaggio di camere d’aria (palloni, materassi, gonfiabili da mare, bici da corsa), all’utilizzo nell’hobbistica e nelle pulizie di casa.

Si tratta di modelli caratterizzati da un ingombro pressoché nullo, che si ripongono ovunque quando non utilizzati e che possono essere trasportati con grande facilità; sono in molti, infatti, a tenere un compressore elettrico portatile in macchina, pronto per ogni evenienza.

L’offerta è sempre più vasta e variegata, per cui scegliere il dispositivo più indicato per le proprie esigenze personali può apparire davvero complesso: seguendo questa guida avrai tutti gli strumenti per acquistare senza troppi problemi il tuo compressore ad aria portatile.

1. Maneggevolezza

Quando si sceglie un compressore di tipo portatile la praticità d’uso e la maneggevolezza risultano essere indubbiamente i requisiti più importanti da valutare per garantisti un dispositivo comodo ed adatto a tutti gli utilizzi.

Al giorno d’oggi è possibile scegliere tra modelli incredibilmente piccoli e compatti, che presentano dimensioni talmente contenute da poter essere trasportati con facilità non solo in un’auto, ma anche in un comune zaino oppure in una borsa per bicicletta; alcuni dei compressori portatili mini attualmente in vendita puntano davvero tutto sulle dimensioni e sono caratterizzati da misure record di addirittura pochi centimetri.

Per dare solo un’idea, alcuni dei modelli più piccoli presentano una lunghezza di soli 30-40 cm ed uno spessore di appena una decina di cm; una riduzione così significativa dell’ingombro è resa possibile, in genere, delle dimensioni ridotte del serbatoio dedicato all’immagazzinamento dell’aria, in alcuni casi assente del tutto.

Ne consegue che i modelli un po’ più ingombranti sono proprio quelli dotati di una piccola bombola; si tratta in ogni caso di compressori portatili che non superano, in linea di massima, i 50-60 cm per lato. Insomma parliamo di dispositivi molto facili da trasportare come anche da riporre sia in casa e che nell’auto e che possono rivelarsi utili, come vedremo, in moltissime circostanze diverse.

Per garantirsi un prodotto che sia quanto più comodo e maneggevole è fondamentale valutare anche il peso del nostro compressore portatile ad aria: è possibile assicurarsi modelli piuttosto potenti che non superino, in ogni caso, i 10 kg.

Un discorso a parte andrebbe fatto per i mini compressori portatili, dispositivi che possono essere incredibilmente pratici e leggeri, caratterizzati addirittura da pochi chilogrammi di peso, perfetti per essere trasportati praticamente ovunque. Naturalmente si tratta di modelli non caratterizzati da performance notevoli e che non sono dotati, per forza di cose, di un serbatoio per l’immagazzinamento dell’aria o di un motore particolarmente potente. 

Al fine di rendere gli spostamenti del nostro compressore portatile quanto più semplici e veloci è importante anche accertarsi che il dispositivo di nostra scelta sia caratterizzato da un design compatto e che possa quindi essere facilmente risposto in un bagagliaio di una macchina oppure in un mobile.

Nel caso di dispositivi un po’ più ingombranti, può essere l’aiuto la presenza di ruote o di pratiche maniglie; alcuni compressori ad aria portatili sono caratterizzati, inoltre, da un’interessante forma a valigetta, che garantisce il massimo della portabilità e del comfort durante il trasporto.

Miglior prezzo
Aggiunto alla Lista dei ricordiRimosso dalla Lista dei ricordi 0
Aggiungi a Confronta
Vedi altri dettagli +
36,99
Vedi prodotto
da:Amazon.it
L'ultimo aggiornamento di prezzo è stato: 22/01/2021 18:22
Maneggevolezza
10
Praticità d’uso
9
Potenza
7.5
Qualità dei materiali
8
Caratteristiche extra
9
PRO:
  • Dimensioni molto contenute
  • Leggero e maneggevole
  • Display LCD retroilluminato
  • 4 diverse unità di pressione
  • Ricaricabile con cavo USB
  • Utile come batteria di emergenza e come torcia
  • Spegnimento automatico
CONTRO:
  • Portata d’aria non molto elevata
  • Tempo di ricarica piuttosto lungo

2. Prestazioni

focus su di un manometro di un compressore portatile

Naturalmente i compressori portatili piccoli non sono dispositivi che spiccano per potenza o prestazioni, dunque non possono certamente competere con i modelli di dimensioni superiori sotto questo punto di vista; va da sé che un oggetto caratterizzato da dimensioni ridotte e da un peso molto contenuto non potrà garantire delle performance paragonabili a quelle di un compressore di tipo professionale.

I compressori tradizionali sono caratterizzati, infatti, da un motore molto più potente, da un serbatoio molto più capiente che può arrivare fino diverse decine di litri e da dimensioni importanti, caratteristiche che lo rendono, d’altro canto, un oggetto molto difficile da spostare e da utilizzare dentro casa e da trasportare. Per questa ragione si tratta di una tipologia di compressore da preferire solo nel caso si necessiti di un dispositivo professionale.

Pur trattandosi di modelli meno performanti, i compressori più piccoli possono rivelarsi incredibilmente utili per svariati utilizzi, in casa, in giardino oppure in auto.

Ad ogni modo è possibile scegliere tra compressori portatili caratterizzati da specifiche tecniche differenti tra loro, pur mantenendo dimensioni ed ingombro molto ridotti. Per questo è importante considerare con attenzione le proprie esigenze, valutando l’uso prevalente che si andrà a fare del prodotto. Vediamo quali sono i principali parametri da valutare prima di procedere con l’acquisto.

POTENZA

La potenza di un compressore, portatile e non, viene solitamente espressa in HP, valore che indica i cavalli del motore montato dal modello. In genere i compressori di tipo portatile sono caratterizzati da una potenza che va dai 1,5 ai 6,5 HP, un range che garantisce ottime performance per un uso di tipo domestico.

Maggiore sarà la potenza del motore, maggiore sarà la portata d’aria e la pressione massima; inoltre sarà inferiore il tempo di attesa dopo l’accensione del dispositivo.

È possibile che la potenza sia espressa anche in Volt oppure in Watt. Ormai sono molto diffusi i dispositivi a basso consumo, ad esempio quelli che possono fungere anche da power bank, che possono essere alimentati non solo dalla rete elettrica domestica, ma anche dalla presa accendisigari dell’auto da 12 V.

PORTATA D’ARIA

Un altro fattore da valutare, strettamente connesso con il parametro della potenza, è la portata d’aria, espressa in metri cubi al secondo, oppure al minuto.

Più alto sarà questo valore, maggiore sarà la velocità di gonfiaggio garantita dal nostro compressore portatile. Indubbiamente se sappiamo che andremo ad utilizzare il nostro dispositivo solo per gonfiare piccole camere d’aria o per svolgere con maggiore cura le pulizie domestiche, sarà sufficiente un compressore mini caratterizzato da una portata d’aria ridotta, anche inferiore ai 120 litri al minuto; in ogni caso, in media, un compressore di tipo portatile garantisce una portata d’aria di circa 150/200 litri al minuto.

PRESSIONE

La pressione generata dal compressore portatile elettrico, espressa in BAR oppure in PSI (pound per square inches), è uno dei fattori più importanti da valutare prima dell’acquisto, per comprendere se il dispositivo sia in grado o meno di assicurare una pressione idonea per ogni uso; è un elemento da considerare con attenzione, soprattutto nel caso si abbia la necessità di utilizzare il compressore per gonfiare gli pneumatici dell’auto, che richiedono livelli di pressione ben precisi.

In genere un compressore ad aria portatile caratterizzato da buone prestazioni garantisce una pressione di almeno 150 PSI, sufficiente per gonfiaggio di una gomma normale in pochi minuti.

3. Autonomia

Se si è alla ricerca di un compressore ad aria che spicchi per la sua autonomia prolungata, indubbiamente la tipologia portatile non rappresenta la scelta più azzeccata: parliamo infatti di dispositivi caratterizzati da serbatoi piuttosto piccoli, che non assicurano un’autonomia considerevole. Ad ogni modo è possibile optare per modelli che offrano una certa autonomia di lavoro.

Naturalmente un serbatoio più grande per l’immagazzinamento dell’aria rende il dispositivo meno maneggevole e leggero, dunque si tratta di un fattore da valutare con grande attenzione nel momento della scelta.

In genere i migliori compressori portatili di ultima generazione presentano una capacità di serbatoio di più o meno 5 litri, ma che può arrivare anche a 10 litri nei modelli più grandi: un serbatoio di queste dimensioni permette di utilizzare il compressore ad aria senza bisogno di collegarlo con ad fonte di energia, per lo meno per qualche minuto. Non è moltissimo, ma può rivelarsi comunque sufficiente per gonfiare camere d’aria di piccole dimensioni e per piccoli lavori.

Alcuni dei modelli più piccoli, in particolare quelli pensati per essere trasportati in auto, hanno capacità davvero ridotte, essendo dotati di bombole di appena 1 litro. I compressori elettrici mini più maneggevoli, invece, non sono in genere dotati di un serbatoio per l’aria e devono quindi essere sempre usati mentre sono collegati alla corrente, all’accendisigari oppure utilizzando la batteria che hanno in dotazione. 

Alternativa
Aggiunto alla Lista dei ricordiRimosso dalla Lista dei ricordi 0
Aggiungi a Confronta
Vedi altri dettagli +
99,95 88,80
Vedi prodotto
da:Amazon.it
L'ultimo aggiornamento di prezzo è stato: 22/01/2021 19:24
Maneggevolezza
8
Praticità d’uso
9
Potenza
10
Qualità dei materiali
10
Caratteristiche extra
8
PRO:
  • Serbatoio da 6 litri
  • Maniglia per il trasporto
  • Design compatto
  • Motore da 1100 Watt
  • Piedini antiscivolo
  • Semplice da usare
  • Non necessita di manutenzione
CONTRO:
  • Non particolarmente leggero
  • Non è tra i modelli più maneggevoli
  • Molto semplice ed essenziale

4. Alimentazione

Sono ormai lontani i tempi in cui, per eseguire un lavoro con un compressore, era necessario disporre di presa di corrente ad uso industriale oppure utilizzare un motore a scoppio alimentato a benzina: oggi sono disponibili compressori portatili piccoli e funzionali che possono essere utilizzati servendosi della normale presa di corrente domestica da 220 V oppure della presa accendisigari dell’auto da 12 V; sono disponibili, inoltre, dei modelli dotati di una comoda batteria integrata, che ne permette l’utilizzo anche quando non si ha a disposizione una fonte di energia nelle immediate vicinanze. Vediamo insieme queste tipologie più nello specifico, in modo da essere sicuri di fare l’acquisto più adatto alle proprie esigenze personali. 

compressori portatili da 220V: parliamo di compressori ad aria perfetti per essere utilizzati in casa, che possono essere alimentati con la normale presa di corrente. Si tratta indubbiamente di una delle tipologie più diffuse, che comprende modelli di diverso genere, dai più compatti ai più grandi, che possono competere per prestazioni ai modelli di tipo professionale.

compressori portatili da 12V: si tratta dei modelli pensati in maniera specifica per l’auto, dotati di spinotto da collegare alla presa accendisigari da 12 Volt della propria auto. Si tratta, in genere, di modelli piccoli e maneggevoli, che possono essere trasportati con facilità all’interno della propria auto oppure del proprio furgone. Solitamente non sono dotati di bombola per l’immagazzinamento dell’aria oppure, se presente, è molto piccola (1-2 litri). Molto spesso i compressori di tipo portatile per auto non presentano una spina per presa elettrica, ma solo dello spinotto per accendisigari: potrebbe essere un problema se si ha bisogno si utilizzarlo in casa. D’altro canto è sempre possibile acquistare dei comodi adattatori che permettono l’utilizzo anche con una presa di corrente da 220 V.

compressori a batteria: è possibile anche optare per modelli portatili dotati di una batteria, solitamente al litio, che può essere caricata comodamente con la presa di corrente oppure in auto; in genere si tratta dei modelli più compatti e meno performanti, ma che offrono il massimo della comodità, utili maggiormente per camere d’aria della bici da corsa.

5. Versatilità d’uso

gonfiaggio di pneumatici tramite un compressore portatile

Acquistando uno dei migliori compressori portatili ti garantirai un dispositivo comodo e versatile che ti permetterà di eseguire con facilità un gran numero di lavori domestici: si tratta indubbiamente di uno strumento che proprio non può mancare in casa.

Gli utilizzi che si possono fare di un compressore portatile sono davvero innumerevoli e non si limitano alla semplice gestione della pressione degli pneumatici. È uno strumento che permette di svolgere in autonomia numerose operazioni, che si tratti di una gomma di bicicletta a terra oppure del gonfiaggio di un materassino. È uno strumento fondamentale anche per gli amanti del fai-da-te, rientrando nella lista degli utensili indispensabili.

Insomma, gli utilizzi possibili sono davvero tanti, molti dei quali sarebbero impossibili utilizzando un prodotto grande, ingombrante e pesante, che emette un rumore assordante. Un dispositivo portatile, d’altro canto, può essere utilizzato comodamente anche all’interno della propria casa. Vediamo alcuni degli usi che possiamo fare di un compressore ad aria portatile:

pulizia: molto spesso procedere ad una pulizia approfondita di ogni angolo della casa sembra essere quasi impossibile; c’è sempre quell’angolo o quella scanalatura che non si riesce a raggiungere con i classici strumenti di pulizia, come scope, stracci ed aspirapolvere. Un compressore portatile può dimostrarsi un valido alleato per procedere ad una pulizia facile, veloce ed approfondita della nostra casa, come anche della nostra auto, del nostro garage o del nostro camper. Un getto d’aria, preciso ma non troppo potente, riuscirà a rimuovere sporco e residui in men che non si dica, senza rischiare di danneggiare gli oggetti.

hobbistica: come sapranno gli amanti del bricolage e del fai-da-te, avere a disposizione un compressore è fondamentale per allestire un laboratorio casalingo che si rispetti; può rivelarsi di grande utilità per rimuovere trucioli o polvere mentre si eseguono lavori di falegnameria, utilizzando una sega a nastro o altro.

verniciatura: acquistando degli accessori specifici e compatibili, avremo la possibilità di utilizzare in nostro compressore portatile come efficace strumento di verniciatura. Utilissimo per lavorare superfici molto ampie in men che non si dica e senza fatica.

gonfiaggio di camere d’aria: indubbiamente è la funzione per cui il compressore; grazie ad un dispositivo portatile gonfiare palloni, materassini, gommoni, gomme della bici da corsa, kajak e così via, sarà davvero un gioco da ragazzi, anche in vacanza ed in viaggio.

Qualità-prezzo
Aggiunto alla Lista dei ricordiRimosso dalla Lista dei ricordi 0
Aggiungi a Confronta
Vedi altri dettagli +
32,99 26,99
Vedi prodotto
da:Amazon.it
L'ultimo aggiornamento di prezzo è stato: 22/01/2021 16:23
Maneggevolezza
9
Praticità d’uso
10
Potenza
8
Qualità dei materiali
8.5
Caratteristiche extra
8.5
PRO:
  • Facile ed intuitivo da utilizzare
  • Perfetto per l’auto
  • Interruzione automatica al raggiungimento della pressione preimpostata
  • Diversi adattatori inclusi
  • Manometro digitale LCD retroilluminato
  • Design compatto
  • Dimensioni e peso contenuti
CONTRO:
  • Dotato solo dello spinotto per accendisigari, ma non della spina per la corrente
  • Non adatto per le gomme dei mezzi più grandi
  • Non dotato di batteria

6. Rumorosità

Si tratta di un fattore che molti tendono a sottovalutare durante la scelta, ma che si rivela di grande importanza quando poi andiamo a fare uso del nostro compressore portatile nella pratica. Un dispositivo molto rumoroso risulta essere poco adatto, infatti, per essere utilizzato in un condominio, oppure di mattina presto e di sera tardi.

Alcuni dei migliori modelli sono caratterizzati da una struttura che permette di isolare il motore, in questo modo il rumore emesso verrà ridotto in maniera molto significativa durante l’utilizzo: un prodotto perfetto per essere utilizzato in casa senza dar fastidio a nessuno.

Alcune aziende indicano sul prodotto i decibel emessi durante l’utilizzo, tuttavia può essere di grande aiuto leggere con cura anche le opinioni delle persone che hanno già acquistato il compressore ad aria portatile che ci interessa, in questo modo saremo certi di aver fatto la scelta giusta!

Rispetto ai modelli più vecchi o a quelli professionali, che in genere montano rumorosi motori a scoppio, i moderni compressori sono dispositivi elettrici dotati di una tipologia di motore differente, che garantiscono un minor rumore durante l’uso.

Il Migliore
Aggiunto alla Lista dei ricordiRimosso dalla Lista dei ricordi 0
Aggiungi a Confronta
Vedi altri dettagli +
99,00
Vedi prodotto
da:Amazon.it
L'ultimo aggiornamento di prezzo è stato: 22/01/2021 20:21
Maneggevolezza
8.5
Praticità d’uso
9
Potenza
10
Qualità dei materiali
10
Caratteristiche extra
9
PRO:
  • Serbatoio da 5 litri
  • Comoda tracolla per il trasporto
  • Design compatto
  • Pressione massima di 145 PSI
  • Portata d’aria di 180 litri al minuto
  • Tasca porta accessori
  • Potenza di 1,5 HP
  • Fascia per il trasporto
CONTRO:
  • Poco maneggevole rispetto alla concorrenza
  • Manometro analogico
  • Non dispone di spinotto per accendisigari

7. Funzionalità aggiuntive

I migliori compressori portatili possono essere caratterizzati da alcune interessanti funzionalità extra, che rendono possibile un utilizzo più pratico, funzionale e versatile del nostro prodotto. Vediamone alcune.

– spegnimento automatico: alcuni dei compressori portatili ad aria più funzionali sono caratterizzati dallo spegnimento automatico; sarà sufficiente impostare la pressione desiderata ed il compressore si spegnerà appena viene raggiunta: per il massimo della comodità e della sicurezza. In genere è una funzione di cui dispongono i modelli top di gamma digitali.

– manometro digitale: al giorno d’oggi ci viene offerta la possibilità di scegliere tra compressori portatili analogici, dotati del classico manometro, e quelli digitali. Questi ultimi sono dotati di un pratico schermo LCD, solitamente retroilluminato; questa caratteristica permette di utilizzare il dispositivo anche in condizioni di scarsa illuminazione. Inoltre monitorare il livello di pressione raggiunta risulta essere indubbiamente più intuitivo e semplice utilizzando un modello di ultima generazione di tipo digitale.

– presenza di più adattatori: adattatori ed accessori extra permettono di sfruttare al massimo un compressore ad aria portatile, consentendo il massimo dell’adattabilità con ogni tipologia di oggetto ed in ogni situazione. I modelli più completi offrono un kit costituito da diverse bocchette, adatte alle diverse camere d’aria; in ogni caso sarà sempre possibile acquistare accessori aggiuntivi in un secondo momento.

Quali sono I Migliori Compressori Portatili del 2021?

La tabella dei Migliori Compressori Portatili selezionati da Tuttomigliore.it

Aiutaci a migliorare, cosa ne pensi?

      Lascia un commento

      Tuttomigliore
      Enable registration in settings - general
      Confronta prodotti
      • Total (0)
      Confronta
      0